Video

From Within - il nuovo singolo 

Dedicata ad AMREF, From Within nasce da nucleo iniziale composto sotto un albero a Dagoretti, con un gruppo di ragazzi di strada, tra zaffate di colla e occhi indimenticabili. Il disagio, la vita difficile ad un passo e la creatività come cura possibile dall'altro. In mezzo sempre Amref, con il suo impegno verso quei giovani. Il brano racconta di come un Paese sia fatto di realtà interconnesse per cui la cooperazione "dall'interno" costruisce una rete solidale, da cui tutti possono trarre beneficio: il bene è come un boomerang, un'energia positiva che rimbalza da ogni angolo del paese. Le immagini del video raccontano proprio questo: comunità di contadini, insegnati, collaboratori, volontari, medici e gente comune, anche con diritti fondamentali spesso negati per una miserrima condizione, sono chiamati a mostrare le foto dei propri cari. Dalle immagini prende forma una galleria viva della memoria, dell'affetto, della fratellanza e della condivisione a dire "eccoci, ci siamo, non dimentichiamoci gli uni degli altri".

LIFE changaniysha - The making of 

Saba parte per il Kenya, segue per diverse settimane la rotta dei villaggi e dei luoghi che Amref sostiene aiutando migliaia di persone a fronteggiare situazioni difficili ed emergenze di ogni tipo. L'artista incontra quei protagonisti, si fa raccontare le loro storie, penetra e condivide la loro umanità, le loro esperienze, i loro sogni e compone con loro testi e canzoni, nel territorio comune dello SCAMBIO e della CREATIVITA'. Il canto dei villaggi, delle mamme, dei figli, degli agricoltori come dei guerrieri, è l'anima di un popolo che sublima in musica l'esperienza viva della storia presente e passata.
Raccogliere questo materiale e farne un disco che racconti tutto questo, documentando le varie fasi del processo e del viaggio - come spiega per immagini questo video-, significa anche lanciare un ponte verso il futuro, facendo fiorire la memoria,elaborandola nel tempo della cronaca e dell'INCONTRO.

Xamar - Live in Zanzibar 

Queste immagini sono state realizzate a Zanzibar, con il Maestro Rajab Suleiman (qanun), Said Ali Kombo (violino) e Saba che si esibiscono dal vivo. Saba fa omaggio alla Mogadiscio dei suoi natali, il luogo che un tempo viveva pacifico e che ora si accende nostalgico nei ricordi dei tanti figli della diaspora. Stone Town, la città di Zanzibar, è un luogo simile alla città somala, meta difficile da raggiungere per i normali viaggiatori. Il qanoun del maestro Rajab Suleiman ed il glissato della tecnica del violino, disegnano le sonorità orientali di cui è influenzato il Kenya e l'East Africa tutto.

Foto

Francisco Jomo

Aida Muluneh

Live

Majoli - Sala

Panzironi & Cicconi